Mappatura dei reati ex art.6 d. lgs. 231/2001 e redazione di specifici protocolli (parte prima)

di Alberto Pesenato: revisore legale, consulente Area d. lgsl. 231/2001, dottore commercialista in Verona.

 

Il decreto impone che la società che adotta il MOGC (Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo) debba redigere “specifici protocolli” atti a contrastare la commissione di illeciti e reati: ciò non può essere fatto senza prima eseguire una mappatura del “rischio reato”. Devono essere mappati reati ed illeciti “di bilancio”, che hanno rilievo nei fatti di gestione e quindi nelle scritture contabili, e reati ed illeciti “fuori bilancio”, che nulla hanno a che vedere con i fatti di gestione registrati nelle scritture contabili. Si propone qui un approccio semplice, sistematico ed esaustivo per ottemperare a quanto preteso dal decreto.

LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE.

 

Per i corsi sulla revisione legale accreditati al MEF e validi per la formazione professionale degli iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, è possibile consultare il sito ufficiale P&T Formazione www.formazionerevisori.net.

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *